Sistema di registrazione della dettatura telefonica 2018-02-01T13:40:34+00:00

SISTEMA DI REGISTRAZIONE DELLA DETTATURA TELEFONICA

Sistema di registrazione e gestione della dettatura telefonica di articoli o altri tipi di messaggi vocali

Il sistema permette in modo automatico di:

  • Accettare le telefonate dopo un numero di squilli programmabile.
  • Redirezionare la chiamata (es. Buongiorno, prema il tasto 1 per dettare l’articolo, 2 per parlare con un operatore…).
  • Far ascoltare un messaggio che ricorderà al giornalista/utente di dire il proprio nome, il numero di telefono a cui può essere richiamato e quant’altro.
  • Registrare la telefonata.
  • Produrre un file audio per ogni telefonata.
  • Catalogare il file audio in un’apposita cartella del server e renderlo visibile agli operatori, nella lista degli articoli/messaggi da dattilografare.

Operatori

  • Gli operatori hanno a disposizione un proprio client dotato di un’interfaccia di facile e immediato utilizzo in cui, dopo essersi autenticati con nome utente e password, hanno accesso ai file audio non ancora presi in carico da un altro operatore precedentemente, catalogati per nome, durata in minuti e secondi, data e ora di ricezione.
  • Gli operatori possono selezionare uno o più di questi file e scaricarli in locale.
  • Il sistema tiene traccia dell’assegnazione, mantenendo i file in stato di lavorazione, non consentendo l’accesso a quel file ad altri operatori.
  • E’ possibile all’operatore riportare il file in stato di disponibile, qualora fosse stato prelevato per errore o altro.
  • Sul client il file audio verrà salvato in un’apposita directory.
  • Sul monitor una semplice interfaccia rappresenta un piccolo “cruscotto di dettato” da dove è possibile effettuare le seguenti operazioni (e altre non d’interesse in questo contesto):
    – Apertura di file
    – Chiusura file
    – Registrazione
    – Esegui, fermo, pausa
    – Indietro o avanti 5 secondi.
    – Aumenta o diminuisci velocità di esecuzione
    – Aggancia e-mail.
    – Controllo volume.
dettato

(in figura il cruscotto di dettato)

  • E’ possibile operare direttamente sul cruscotto anche tramite tasti funzione.
  • Terminato il lavoro, l’operatore seleziona il file lavorato dalla lista e lo pone in stato già lavorato. A quel punto il file scomparirà dalla lista del server. Pedaliere
  • Sono disponibili e integrabili pedaliere dedicate collegabili al PC tramite porta seriale o USB (in figura), simili nella forma, nelle dimensioni e nelle funzionalità a quelle utilizzate nel dettato tradizionale collegate a un registratore. Le funzionalità sono: avanti veloce, avanti, indietro, indietro veloce.
pedalG

(in figura la pedaliera integrabile)

  • Amministratore
  • L’amministratore può aggiungere/modificare/cancellare gli utenti e assegnargli le password.
  • L’amministratore vede la lista completa di dei file e avrà la possibilità di riportare ciascuno nello stato di già lavorato o nello stato dida lavorare. Ha anche la possibilità di cancellare file dalla lista (in realtà i file verranno spostati in una directory “spazzatura”, eventualmente da trasferire in un archivio storico).
  • I file già lavorati dopo un periodo di tempo a scelta vengono eliminati dai dischi, e l’amministratore può configurare tale periodo tempo. La procedura di “Pulizia” delle vecchie registrazioni è configurabile a seconda delle esigenze (ad es. settimanalmente, mensilmente…).
  • E’ possibile generare e visualizzare un report di riepilogo sulle attività svolte per un periodo di tempo definibile. 
    Opzione fault tolerant on-line
  • Due server dotati di database contengono i dati duplicati: anagrafiche utenti, anagrafiche file audio, movimenti. Il contenuto dei due DB è sincronizzato: in caso di caduta del DB primario la ricezione dei messaggi avviene in automatico sul DB secondario e gli operatori sono in grado di lavorare senza soluzione di continuità.
  • Il contenuto delle due macchine server del sistema è allineato in tempo reale, o con ritardo minimo. E’ compito in automatico del client indirizzarsi sul server di default in condizioni normali e reindirizzarsi sul secondario in condizione di “non risposta” del server principale.

 

Per richiedere maggiori informazioni cliccare qui